“Riflessioni sulla gravità della guerra in una prospettiva di pace”

Lunedì 2 maggio, gli alunni delle classi terze, sez. B-E-F, hanno voluto portare un messaggio di solidarietà verso il popolo Ucraino, in una prospettiva di Pace, attraverso la MUSICA.

La proposta è nata spontaneamente da alcuni di loro, in particolare dai ragazzi che hanno origine ucraina e che hanno parenti ed amici nelle città bombardate.

Sono nate canzoni, poesie, riflessioni profonde e significative, manifestazione di solidarietà e senso civico.

Grazie alla collaborazione della prof.ssa Mara De Monte, diretti dalla prof.ssa Rossana Vanzetto e accompagnati dai compagni dell’indirizzo musicale,  gli alunni hanno cantato due brani significativi quali “Blowin in the Wind” di Bob Dylan e “Imagine” di John Lennon, che hanno saputo interpretare con sensibilità.

Sulle note del pianoforte, dei clarinetti, dei flauti e delle chitarre, hanno letto le riflessioni personali e recitato in italiano i testi dei brani cantati, in modo che potessero essere compresi da tutti.

Commovente l’esecuzione del brano “Pazzia chiamata guerra”, composto da uno studente di origine ucraina, che ha coinvolto tutti per il testo significativo e l’interpretazione che ha toccato profondamente gli animi.